Fano in diretta dalla bomba

Fano in diretta dalla bomba

Ieri sera purtroppo Fano non ha suscitato l’interesse di twitter, e quindi è come se non fosse successo nulla. Eppure Fano, la Fano televisiva, si sarebbe meritata qualche hashatg in più. Ieri sera infatti la zona è stata evacuata per una bomba inesplosa: circa 23mila persona portate via della loro case. E la bomba lì, “pronta a esplodere anche adesso”: così diceva Lino Balestra, il giornalista di Fano Tv inviato sul luogo del ritrovamento. La diretta prendeva un sapore strano: ero lì a guardare qualcosa che poteva accadere o forse no. Sì, certo le persone mandate via, soprattutto anziani, timorosi di qualche ladro. Sì, certo, l’arrivo delle forze dell’ordine e la gestione dei ricoveri. E però c’era anche un’altra suspense, indotta dalla frase e dal tono agitato di Lino Balestra, capace di andare avanti per minuti e minuti con grande professionalità parlando di nulla o quasi. Ma era proprio lì, l’inviato perfetto: rischiava per me. Alla fine però, verso mezzanotte passata, ha chiuso la diretta, lasciandomi così, “sul più bello”. Prima però ha rassicurato tutta la cittadinanza: nulla sarebbe successo alle cose care perché c’erano le forze dell’ordine a vigilare.

L’Italia è ancora un paese di piccole Tv nonostante Netflix.

Ah, la bomba ora è “al sicuro” sul fondo del mare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi